Alla periferia sud di Firenze, in un complesso progettato da Leonardo Savioli negli anni 70. L’appartamento si sviluppa su una pianta quadrata completamente finestrata. Si accede ad un ampio open space articolato in cucina, pranzo, zona living e studio senza soluzione di continuità. Lo studio delle superfici orizzontali dei pavimenti e i cambi materici suggeriscono il cambio degli ambienti. L’attenzione a questi dettagli arricchisce molto lo spazio, i passaggi da una parte all’altra sono particolarmente fluidi e informali.

Tutti gli arredi sono stati pensati e disegnati fino alla realizzazione sullo spazio e sulle esigenze del cliente. La terrazza a nord è stata ridisegnata e il vecchio parapetto è diventato una seduta lignea che si sviluppa lungo tutto il perimetro, due ampie fioriere in corten poste alle estremità chiudono la panca e arredano lo spazio lasciato volutamente libero da ingombri e flessibile per ogni utilizzo.

Con lo stesso materiale è stato rivestito il pavimento concepito su pedane amovibili Particolarissimo lo sviluppo del bagno articolato in una toilet e in una sala da bagno con doccia e vasca di tipo giapponese disegnata e realizzata sullo spazio.

Al secondo piano ( il 6° se si guarda l’intero palazzo) un piccolo “pensatoio” di pianta quadrata finestrato su 3 lati.

 

Year 2013/2014

Casa di un sociologo

PROGETTO dstudiod, meson ro studio TIPOLOGIA Residenza privata STATO  realizzato

COMMITTENTE  privato LUOGO  Firenze, Italia  DIMENSIONE  106 mq